Programmi HR Gestione Ditte Esterne

HR Gestione Ditte Esterne


Chiedi un preventivo!

In un ambiente sempre più dinamico come quello odierno, le imprese si trovano in una situazione di grande complessità gestionale e nell'esigenza di dover gestire quantità sempre maggiori di informazioni in modo sempre più efficace, efficiente e tempestivo per poter così rispondere ai continui cambiamenti del mercato e delle sue esigenze: prendere decisioni velocemente richiede la possibilità di disporre di tutte le informazioni necessarie in tempi rapidi, il che è possibile solo se l'impresa è dotata di un sistema informativo in grado di rendere disponibili le informazioni in tempo reale.
Possiamo dunque comparare il sistema informativo aziendale ad un vero e proprio sistema nervoso dell'azienda stessa. Le tecnologie informatiche offrono oggi grandi potenzialità:
- consentono alle aziende di controllare, pianificare e gestire in modo integrato tutte le attività;
 - consentono di elaborare velocemente una maggiore quantità di dati ed informazioni di quanto fosse possibile in passato.
Sono molteplici le ragioni per le quali il capo di una impresa può far ricorso ad imprese esterne:

  • per attività periferiche dell’impresa (manutenzione, pulizia, vigilanza, movimentazione, trasporto, conservazione, ...);
  • per far fronte a punte di attività;
  • in occasioni di operazioni di rinnovo o di sistemazione dei locali

L’intervento di queste imprese presenta delle caratteristiche particolari in materia di rischi professionali, legati in particolare:

  • alla non conoscenza dei locali, dell’ambiente, delle attività dell’impresa che le usa;
  • all’interferenza di attività, materiali, impianti;
  • alla mancanza di preparazione, a causa dei tempi di intervento molto ravvicinati.

Si impongono delle misure di prevenzione per ridurre questi rischi specifici, anche con una concertazione preventiva allo svolgimento dei lavori.

I PRINCIPI DELLA PREVENZIONE

  • informare il datore di lavoro dell’impresa appaltatrice ed i lavoratori impegnati nella prestazione, sugli eventuali rischi legati alle attività presenti sul luogo di lavoro, sulle misure preventive da porre in atto e sulle attrezzature da utilizzare;
  • cooperare nella valutazione dei rischi legati all’interferenza delle attività, degli impianti e dei materiali - questa valutazione viene fatta dopo una ispezione preventiva, alla quale prendono parte tutte le imprese interessate;
  • coordinare le misure i prevenzione dei rischi connessi all’attività delle imprese, in particolare con la predisposizione del piano di prevenzione, con la realizzazione di ispezioni periodiche dei luoghi di lavoro e con le riunioni di coordinamento;
  • di ciascuna delle imprese conoscere i modi operativi, e quindi i materiali e le attrezzature che usano;
  • informare i lavoratori dei pericoli specifici dei lavori da eseguire.

I lavoratori delle imprese esterne sono spesso più vulnerabili dei lavoratori permanenti. Essi cumulano i rischi legati:

  • alla loro specifica professione;
  • alla non conoscenza dei compiti del loro intervento;
  • alla non conoscenza del luogo dove intervengono.
  • identificare esattamente, prima dell’assunzione, il posto da coprire;
  • stabilire l’elenco dei posti soggetti a rischi particolari per la salute e la sicurezza dei lavoratori precari;
  • fornire una formazione efficace sulla sicurezza, ancora più specifica per i posti a rischio;
  • assicurarsi, quando ve ne sia la necessità, della disponibilità e dell’uso corretto dei dispositivi di sicurezza.


Chiedi un preventivo!